HClinic, Physical & Dental Health.
HClinic, Physical & Dental Health.

12 rimedi per il dolore cervicale

Sono numerosi i soggetti colpiti da cervicalgia, meglio conosciuta come dolore cervicale. Questa disturbo riguarda l’apparato muscolo-scheletrico che si concentra principalmente a livello del rachide cervicale e colpisce tutte le strutture del collo comprendendo, quindi, muscoli, nervi e vertebre della colonna vertebrale.

Si possono distinguere due tipologie di dolore cervicale: quello cronico, causato principalmente dall’assunzione di una postura scorretta, da colpi di freddo o da stress; quello acuto, collegato a traumi cervicali molto più seri quali colpi di frusta, ernia cervicale, ipercifosi dorsale, iperlordosi lombare, osteofiti, spondilosi e sport che prevedono sovraccarichi.

conseguenze dolore cervicale

Si tratta di un disturbo particolarmente fastidioso, che può dare origine anche a vertigini, senso di nausea, formicolio alle braccia e impossibilità di svolgere attività quotidiane di routine, come camminare, fare la doccia o guidare. Per fortuna, esistono diversi rimedi che possono alleviare la sintomatologia.

Dolore cervicale: 12 rimedi utili

In caso di dolore cervicale, il primo passo per intervenire consiste nel parlarne con il proprio medico per valutarne cause scatenanti e terapia più indicata. In linea di massima, però, esistono almeno 12 operazioni che possono essere compiute per cercare di alleviare il malessere:

  1. indossare un collare cervicale morbido, che sia in grado di tutelare il rachide cervicale. Perfetto per il dolore derivante da strappi muscolari o colpi di frusta;
  2. appoggiare il capo su un cuscino ortopedico durante la notte;
  3. assumere e mantenere una postura corretta in qualunque momento della giornata;
  4. regolare la posizione dello schermo del computer, evitando di girare il capo o spostare continuamente lo sguardo verso l’alto o verso il basso;
  5. eseguire impacchi freddi a livello cervicale in caso di dolore derivante da traumi. Si tratta della crioterapia, che si rivela molto utile grazie alla sua azione analgesica;
  6. sottoporsi a massaggi fisioterapici con l’obiettivo di alleviare il dolore;
  7. eseguire regolarmente esercizi fisici specifici per diminuire il malessere, ogni giorno e lentamente, evitando movimenti veloci e scatti improvvisi;
  8. rivolgersi al proprio medico di fiducia in caso di formicolio continuo alle braccia, incapacità di toccare il petto con il mento, perdita di forza di mani e piedi e dolore persistente;
  9. alleviato il dolore, è consigliato iniziare una riabilitazione specifica mirata al benessere di tutta la schiena;
  10. a seguito di un intervento chirurgico per ernia cervicale, rispettare un periodo di convalescenza compreso tra 30 e 40 giorni;
  11. dopo un intervento chirurgico per dolore cervicale derivante da traumi, è sempre meglio effettuare regolari controlli di routine per valutare l’effettiva buona riuscita dell’operazione;
  12. in caso di febbre alta associata a dolore cervicale serve l’intervento tempestivo di un medico, dato che potrebbe essere un primo sintomo di un’eventuale infezione meningococcica.

Dolore cervicale e trattamenti medici

Quando il dolore cervicale si rivela insopportabile e ostacola la vita di tutti i giorni, è possibile anche concordare con il proprio medico una terapia fisica specifica, che possa dare sollievo a lungo termine e migliorare le condizioni dell’interno organismo.

Tra i vari trattamenti medici più efficaci si possono menzionare:

  • discectomia: rimozione del disco erniato e sua sostituzione con un piccolo frammento osseo che porta alla fusione delle due vertebre tra le quali si interpone;
  • protesi discale artificiale: sostituisce il disco malato con l’obiettivo di preservare il movimento e la funzione del rachide cervicale;
  • ossigeno-ozono terapia: introduzione di una miscela di ossigeno e ozono in sede interdiscale. Nello specifico, l’ozono sprigiona la sua azione antinfiammatoria, riducendo la pressione discale e alleviando il dolore;
  • osteopatia: diminuzione di eventuali compromissione del nervo a livello cervicale;
  • stimolazione elettrica: risveglia il midollo spinale e riduce il dolore;
  • ultrasuonoterapia: utilizzo dell’energia meccanica delle onde sonore ad altissima frequenza per alleviare il dolore cervicale;
  • ionoforesi: medicamento transcutaneo attraverso corrente continua prodotta da un generatore;
  • massoterapia: esecuzione di massaggi specifici per diminuire il dolore cervicale da parte di un esperto;
  • agopuntura: mirata ad alleviare il dolore e l’infiammazione a livello cervicale.
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.